LOSTinSTORYTELLING

INDIA: Perché non potrò esternare il mio affetto ad ogni animale che incontrerò (come tenterò di prendermi cura della mia salute)




Aprile 2018

India

Quando ho deciso di andare in India la prima cosa alla quale ho pensato è stata: mi dovrò vaccinare.

Ora, per un attimo voglio essere estremamente seria.

Non me ne frega niente se non siete d’accordo. Ognuno è liberissimo di prendere le decisioni che più ritiene corrette. Se volete andare in India o in un qualunque altro posto senza vaccinarvi siete liberissimi di farlo.

In questo post parlerò della mia esperienza. Mia.

Punto.

Condivisibile o meno la riteniate.

Dicevo.

Ho pensato alle vaccinazioni.

Ho deciso di andare in india all’ultimo momento e avevo solo due settimane di tempo per potermi vaccinare, richiedere un visto turistico, comprare il biglietto aereo e prenotare alberghi e treni per gli spostamenti interni.

I vaccini erano la cosa più urgente. Per fortuna qui dove vivo le cose ogni tanto funzionano (oppure sono l’unica che ha avuto la bella idea di andare in India a maggio, cosa possibile visto che è il mese sconsigliato per antonomasia) e poche ore dopo essere rientrata in Italia dopo 3 mesi di permanenza in Olanda stavo assistendo ad una lezione su come evitare sgradite sorprese. Mi è bastato prenotare una consulenza all'Azienda Sanitaria di competenza. Venti minuti dopo aver terminato la consulenza mi sono vaccinata contro 7 malattie. Effetti collaterali: nessuno. A quanto pare il rischio di effetti collaterali diminuisce tante più vaccinazioni vengono effettuate allo stesso tempo. Non mi è stata fornita una spiegazione, a quanto pare non c’è, si tratta di pure e semplici statistiche.

Sono uscita dall’ospedale con inoltre la prescrizione per un antibiotico che dovrebbe proteggere dalla malaria e da altri disturbi tipici di chi viaggia (non addentriamoci troppo, avete capito benissimo cosa intendo). Antibiotico da assumere a stomaco pieno, che aumenterà la mia già problematica fotosensibilità (mi è stato consigliato perché visto il mio colorito che si avvicina molto al bianco 245 ovviamente non mi esporrò al sole per ragioni ludiche) e mi costringerà a non distendermi per una pennichella dopo pasto perché tassativamente non ci si può distendere per un’oretta dopo l’assunzione. Considerato che la malaria non è presente nelle zone che visiterò (in india è diffusa a macchia di leopardo) sto assumendo questo farmaco solo perché non vorrei che comparissero nuove macchie in questo leopardo proprio durante i miei giorni di permanenza. Quindi la mia valigia conterrà soprattutto medicinali e creme solari a protezione totale, integratori di sali minerali e repellenti per insetti tropicali. Vi sembro esagerata? Viaggio da sola. Se mi dovessi ammalare non avrei nessuno a tenermi la mano e a dirmi che tutto andrà bene. Probabilmente, su richiesta, il tizio che risponde al call center della mia assicurazione medica potrebbe dirmi che andrà tutto bene ma non ne sono certa ecco. Quindi sebbene io sia tutto tranne ipocondriaca ho preferito prendere tutte le precauzioni possibili.

Ho messo in valigia pure dei prodotti specifici per proteggere i capelli dal sole. La mia parrucchiera mi avrebbe uccisa se non lo avessi fatto e mi ucciderà se non li userò.

C’è solo una piccola cosa che mi turba. Vedete io sono tentata di accarezzare ogni animale che incontro, soprattutto i gatti. Adoro gli animali e chiedermi di non essere affettuosa con loro… sarà dura. Ma c’è quel piccolo problema chiamato rabbia. È inutile fare l’antirabbica prima di essere morsi o semplicemente graffiati. Non serve a nulla. La prima cosa da fare è lavare la ferita con del sapone, più efficace del disinfettante. Poi, dopo una bella dose di panico, è necessario andare al pronto soccorso e spiegare cosa è successo e fare un’iniezione antirabbica.

Quindi niente carezze ai gatti ed evitare di attirare l’attenzione delle scimmie che sono notoriamente dispettose. Poi ogni sera prima di andare a dormire guarderò affettuosamente le foto dei miei gatti e sospirerò ricordando quanto sono morbidi ma questo è un altro discorso.

- - -

loading