LOSTinSTORYTELLING

India, RISHIKESH: Me la sono quasi fatta addosso... (no, non per quel motivo...)



Maggio 2018

Giorno 19: Rishikesh

Me la sono quasi fatta addosso perché soffro terribilmente di vertigini ma come al solito me ne frego e ho attraversato un ponte sul Gange.

Un ponte molto alto, che trema parecchio.

Ora, ho detto al mio driver di portarmi al famoso ponte ma ho il serio dubbio che ci siano due ponti e di aver attraversato l’altro. Quello che, come l’autobus che mi ha portato da Delhi ad Haridwar e quello che mi ha portato da Haridwar a Rishikesh, si regge grazie a tanta buona volontà e sputo di mucca. Ma è un dubbio perché ho gironzolato parecchio ma altri ponti non ne ho visti…





Ci ho messo un po’ ma dopo un paio di tentativi sono riuscita ad attraversarlo.

Come ho fatto? Semplice. Ho messo la macchina fotografica davanti agli occhi ed è passata la paura.

Più o meno… Diciamo che me ne sono dimenticata per un attimo… Poi è subentrato il panico ad ogni oscillazione perché ovviamente ho avuto paura potesse cadere. Ma io ho avuto paura che la Tour Eiffel potesse cadere ogni volta che ci sono salita quindi… tutto nella norma. Ho paura che ogni cosa alta in cui salgo possa cadere.

Rishikesh è la capitale dello Yoga e, a quanto ho capito, è famosa perché qui ci vennero i Beatles con le consorti, ai tempi, per ritrovarsi o qualcosa del genere.

E poi qui si può fare rafting e ammetto che una mezza idea di rinfrescarmi sulle acque (qui pulite) del fiume mi è anche venuta ma non ho voluto rischiare (di cadere in una pozza profonda intendo, l’acqua è davvero pulita ma pare pericoloso fare il bagno, ci sono cartelli che lo vietano ma a pochi pare importare).

Ho comprato un paio di collane con dei teschietti che smonterò per fare dei bracciali, e della bigiotteria molto boho chic da regalare… Ovviamente dopo aver trovato le foto che cercavo. Prima il dovere. Poi lo shopping.



Lascio che siano le foto a parlare, io sono furiosa per la storia del telefono che non si vuole più accendere… questo posto ve lo consiglio, è davvero molto molto rilassante (anche se ora io sono tutto tranne rilassata). Magari se poi mi aiutate a capire dove diavolo stava il ponte giusto (sempre che non sia quello che effettivamente ho percorso ma ho questo dubbio davvero atroce…). Cioè sarei anche tentata di tornarci domani per controllare ma le foto che volevo mi sono capitate davanti appena arrivata quindi…

Ps: ho fatto una foto che non pubblicherò qui ma… è una di quelle cose che speravo ma non immaginavo di poter vedere. Un gruppo di signore a fare il bagno e le abluzioni in topless… questo davvero non me lo aspettavo.





























Ok, ho appena scoperto che effettivamente il driver mi ha portato al ponte sbagliato perché ci sono due ponti e io domani potrei anche tornarci a Rishikesh (è a soli 25 km da Haridwar dove alloggio).

Potrei.

Vedremo.

- - -

loading