LOSTinSTORYTELLING

Marocco, ESSAOUIRA: Vi va di fare un giro al porto?



Settembre 2018

Giorno 3: Essaouira

Se ve lo state chiedendo (e anche se non ve lo steste chiedendo): no, non ho chiesto a questa bimba di mettersi in posa. L’ho vista mentre si arrampicava su una nave e ho pensato che ne poteva uscire una bella foto. Ho rischiato di finire stesa a terra perché appena l’ho vista mi sono messa a correre per prendere la foto e nei porti, si sa, è meglio guardare dove metti i piedi.

Quella che secondo me è l’attrazione principale di questa città è il porto ed è lì che sono andata appena arrivata. Vi mostro come l’ho visto io: con i pescatori al lavoro per riparare reti e barche, o semplicemente a riposare di ritorno dalla giornata di pesca o a vendere il loro bottino.

Ovviamente ci sono anche centinaia di turisti: potete comprare pesce di ogni tipo e poi portarlo a cuocere nei banchetti che troverete un po’ ovunque. Io ho mangiato pesce grigliato in uno dei ristorantini adiacenti al porto con un paio di gattini arancioni che chiedevano la loro parte.






































Come da tradizione per prendere alcune di queste foto mi sono intrufolata dove non dovevo. Cioè non avevo visto alcun divieto (è anche vero che non ci presto molta attenzione, se la situazione non mi sembra particolarmente pericolosa, che sarà mai una passerella inibita ai non addetti ai lavori?). Avevo sentito qualcuno usare un fischietto e mi ero pure chiesta se per caso non stesse fischiando a me… diciamo che la guardia è stata molto comprensiva con la turista ignorante che non aveva letto il cartello.

Sì, il porto puzza di pesce. Parecchio. Le guide scrivono che c’è un forte odore di mare… Chiamiamo le cose con il loro nome: puzza di pesce. Oltre al pesce fresco ci sono purtroppo dei resti del pesce dei giorni scorsi e quello proprio non profuma di mare.

A volte mi hanno detto che guardando le mie foto si riesce quasi a percepire l’odore di alcuni luoghi. Di solito non si tratta di posti particolarmente profumati, lo ammetto, però…

Lo avete sentito l’odore del porto di Essaouira?

- - -

loading