LOSTinSTORYTELLING

MAROCCO: Il Marocco è un paese per gatti (post contenente gatti e informazioni utili per viaggiare in Marocco)



Settembre 2018

Marocco

Cominciamo con una informazione di assoluta utilità per chi sta per intraprendere un viaggio on the road in Marocco: ficcate in borsa un rotolo di carta igienica o, se non ci sta, qualche pacchetto di fazzoletti di carta, prima di uscire di casa.

Fatelo.

Vi scriverei di non fare troppe domande e darmi retta ma mi sento di dovervi dare una spiegazione: nei bagni pubblici (all'interno di bar, ristoranti, ecc.) quasi mai troverete della carta igienica. In alcuni bar troverete dei fazzoletti di carta in vendita ma nella maggior parte dei casi no quindi per evitare spiacevoli momenti, siate consci di ciò e premunitevi.




Se avete paura dei gatti o, peggio, se ne siete allergici, prestate molta attenzione in Marocco perché le città pullulano di gatti.

Se vi distrate rischiate di trovare un felino accoccolato accanto a voi al ristorante o che vi si struscia addosso e a volte non sono particolarmente puliti.

In Marocco non tengono i gatti in casa quindi le bestiole tendono a riposare per strada in ogni dove. A volte dormono sopra agli abiti esposti in vendita nei vari souk. Se avete dei gatti sapete benissimo quanto è difficile provare a spiegare ad un gatto cosa dovrebbe o non dovrebbe fare. La cosa del gatto che dorme sopra alla roba in vendita al souk potrebbe essere un problema per chi è fortemente allergico.

Conosco persone che hanno una grave allergia al pelo dei gatti quindi ho pensato di dovervi avvisare di tutto ciò... state attenti.




Bene, ora dopo aver posto l'attenzione su quel paio di cose che mi stavano a cuore, cerco di darvi qualche informazione utile.



Se decidete di visitare il Marocco, assicuratevi di avere un Passaporto con almeno 6 mesi di validità.

Potete rimanere in Marocco fino a 90 giorni, successivamente, se decideste di prolungare il vostro soggiorno dovrete chiedere un visto.

A quanto ho capito richiedere un visto per rimanere nel paese non è esattamente una cosa semplice, quindi, nel caso, preparate una lista di improperi piuttosto lunga per i momenti di sconforto.




Quando arriverete all'aeroporto dovrete compilare un modulo per l'ingresso nel paese. Portatevi dietro una penna e compilate il modulo mentre siete in fila per i controlli di ingresso perché se fate l'errore immenso di fermarvi a compilare il modulo e poi mettervi in fila, vi troverete a perdere moltissimo tempo. Prendete più di un modulo perché è facile sbagliare la compilazione di questa seccatura.





Se arrivate in Marocco di notte preparatevi a pagare un taxi a tariffa almeno doppia di quella che andrebbe applicata.

Questo perché i tassisti si accordano per una tariffa che, non solo nel mio caso, ha sfiorato i 30 euro per i pochi chilometri che separano l'aeroporto dal centro della città.

Spengono il tassametro e vi impongono la tariffa. Potete chiedere a più tassisti ma il risultato non cambierà. Almeno per gli stranieri.




Se dovete andare dal centro città fino all'aeroporto (parlo della mia esperienza a Marrakech) avrete lo stesso problema.

Il receptionist del mio albergo si è offerto di andare a cercarmi un taxi per farmi risparmiare perché se ci fossi andata da sola, secondo lui avrei pagato molto di più del dovuto.

Risultato? Ci ha messo più di mezz'ora a trovare un tassista disposto a portarmi all'aeroporto per 120 dirham (la tariffa corretta dovrebbe essere sui 60-70 dirham).

Dalla stazione degli autobus al mio albergo (1,6 km che non ho fatto a piedi perché ero davvero molto stanca) i tassisti mi avevano chiesto 100 dirham perché "questa è la tariffa decisa dall'albergo".

Quando ho spiegato che non ero una turista sprovveduta e che sapevo benissimo che non esisteva nessuna tariffa decisa dall'albergo, il tassista mi ha cortesemente comunicato che o accettavo la sua tariffa o potevo tranquillamente andare a piedi. Ho chiesto ad una decina di tassisti finché ne ho trovato uno che mi ha portato per 70 dirham.

Non so dire se, con un uomo accanto, le cose sarebbero andate diversamente ma non dimenticate che il Marocco è un paese maschilista.




Preferendo gli autobus al treno, mi sono trovata molto bene con la compagnia CTM.

Ricordatevi di imbarcare la valigia prima di prendere il bus. E' obbligatorio e costa circa 5 dirham. La valigia vi verrà riconsegnata all'arrivo previa consegna del tagliando di riconoscimento.

Non ho capito molto bene come funziona l'acquisto dei biglietti dal punto A al punto B perché via web, per esempio, non ho trovato un biglietto da Taroudant ad Ouarzazate ma solo da Agadir ad Ouarzazate per poi accorgermi che il bus stava facendo una lunga fermata a Taroudant durante il tragitto (e mi è successo pure un'altra volta) quindi... meglio comprare i biglietti alla stazione degli autobus oppure nei punti vendita autorizzati (chiedete all'albergo).




Per muovervi in città potete usare i petit taxi (sono molto economici) o gli autobus.

Per i lunghi tragitti, da una città all'altra, potete decidere di prendere un grand taxi.

Sono dei veicoli a 6 posti, li trovate alle stazioni Grand Taxi, per capire dove trovarle basta cercare sulle mappe oppure chiedere.

Ricordate di specificare la destinazione perché non tutti i Grand Taxi si trovano nella stessa stazione. Non saprete l'esatto orario di partenza, perché i Grand Taxi partono quando sono al completo quindi o aspettate che altre persone salgano fino a riempire l'auto o comprate tutti i posti.

Non è il mezzo di trasporto adatto a chi, come me, vuole almeno sapere esattamente a che ora partirà.





La guida cartacea che ho consultato non specificava la differenza di prezzo tra il biglietto per cittadini marocchini e quello per stranieri, per quanto riguarda l'ingresso ai vari siti di interesse turistico.

Probabilmente le cose sono cambiate da poco. Se siete stranieri l'ingresso costerà circa 70 dirham (più o meno) mentre per i cittadini marocchini soltanto 10 dirham.




Se vi piace la cucina marocchina è piuttosto facile trovare dei corsi di cucina della durata di poche ore. Vale la pena scoprire tutti i segreti di cous cous e tajine, secondo me.

Se volete comprare la tradizionale pentola per poi usarla, evitate quelle decorate, chiedetene una di terracotta "grezza". Sono molto economiche, la mia è costata circa 2,80 euro (dimensione grande) ma tenete conto del peso (notevole) che potrebbe farvi sforare il limite imposto dalle compagnie aeree all'imbarco all'aeroporto.





Sebbene le carte di credito siano comunemente accettate il Marocco rimane una "cash society" quindi tenete sempre del contante a portata di mano.





Se non volete coccolare serpenti, farvi tediare da scimmie in tutù o farvi dipingere un braccio con l'henné evitate di avvicinarvi troppo a cotante attrazioni perché in Marocco tutto è gratis finché non vi viene presentato il conto.

Anche fare una foto da lontano vi potrebbe mettere nella condizione di dover pagare. Magari minacciati da un tizio con un grosso serpente al collo.




Nelle medine il gps delle mappe online non funziona. Non c'è verso quindi o vi affidate a guide ufficiali o improvvisate oppure chiedete in giro per arrivare dove volete arrivare.

Spesso vi verrà chiesto qualche dirham per il disturbo. Altrettanto spesso vi verrà detto che non vi costerà nulla. Non sempre è vero perché vale la regola di prima, tutto è gratis finché non vi viene presentato il conto.

Se vi affidate a delle guide lo sapete bene come funziona, vedrete ciò che vorranno mostrarvi.





e... si possono acquistare un sacco di belle cose di buona qualità in Marocco ma bisogna trattare, trattare e ancora trattare.

A volte il prezzo si dimezza o addirittura, come nel mio caso quando ho combattuto per una meravigliosa borsa, si riduce ad un terzo di quello richiesto.




Se siete appassionati di fotografia e volete sfogarvi in Marocco, ricordate che le persone non amano essere fotografate. Pare che anni fa una donna venne fotografata e la sua foto utilizzata per cartoline e merchandising e da allora i marocchini temono che la loro immagine venga utilizzata senza il loro permesso (questo mi ha detto la guida ad Ouarzazate).

Rischiate insulti o, peggio, che vi facciano cancellare le foto.

State molto attenti nel fotografare guardie o esponenti delle forze armate. Ecco, non è esattamente il posto in cui vi consiglierei di usare il vostro ultimo rullino di Kodachrome scaduto.

Mi raccomando, non fate foto durante le manifestazioni politiche.





Se siete donne, il Marocco di norma non è un paese pericoloso.

Vi consiglio di girare a capo coperto, farete una buona impressione.

Un consiglio che continuerò a dare è questo: se siete qui da sole cercate di non dare nell'occhio, soprattutto con un abbigliamento vistoso.

Probabilmente viaggiando da sole rischierete qualche fregatura ma fa parte del folklore locale, vediamola così.

Indossare una fede è sempre una buona idea.




Meow!!!



Dimenticavo.

Voglio raccontare un simpatico aneddoto che spiega molto bene quanto siamo controllati grazie ai nostri simpatici dispositivi mobile ecc.

Mentre ero a Fes ruppi i miei non costosi e non particolarmente belli occhiali da sole. Scrissi un post divertente chiedendo a chi mi avesse vista in giro con gli occhiali rotti di prendere esempio dai rom che fotografai anni fa i quali mi regalarono un paio di scarpe dopo che avevo rotto quelle che indossavo mentre ero al campo e regalarmi i meravigliosi Gucci glitterati tricolore (verde nero e rosso).

Pochi giorni dopo su instagram un post sponsorizzato attirò la mia attenzione.

Il post segnalava un link al quale avrei potuto comprare quegli occhiali che tanto desidero ma non i Gucci originali, oh no!

Avrei potuto comprare una copia degli originali alla modica cifra di 25 euro (gli originali costano circa 400 euro).

Dimmi un pò, grande parente che tutto controlli, prima dei consigli per gli acquisti hai controllato il mio conto corrente o cosa?

Ps: io un'idea del perché gli amici marocchini preferiscono tenere i gatti fuori casa potrei anche avercela eh...



Aspettate, dimenticavo una cosa importante: se vi fermate in Marocco per qualche settimana vi conviene comprare una scheda telefonica in loco: sono molto economiche e facili da reperire ma ci sono un paio di ma. Per prima cosa ricordate di farvela attivare perché potrebbe capitare che la scheda vi sia venduta credendo che voi siate in grado di arrangiarvi (ecco, io non sono assolutamente in grado di attivare un bel nulla). Seconda cosa, molto importante, quando ricaricate la scheda specificate se volete ricaricare "internet" oppure "le chiamate internazionali" perché se non lo specificate potreste trovarvi nella necessità di avere una connessione ma avere soltanto la possibilità di chiamare all'estero quando invece l'unica chiacchierata che vi interessa fare, al massimo, è con Siri.

- - -

Share
Link
https://www.lostinstorytelling.com/marocco_il_marocco_e_un_paese_per_gatti_post_contenente_gatti_e_informazioni_utili_per_viaggiare_in_marocco-d8518
CLOSE
loading