LOSTinSTORYTELLING

Marocco, OUARZAZATE: La magia del cinema



Settembre 2018

Giorno 17: Ouarzazate

Ouarzazate è conosciuta come la Hollywood marocchina.

Non ho visitato l’originale quindi non posso dilungarmi in paragoni che comunque troverei inutili.

Questa città è famosa per avere una luce incredibile (questo lo posso confermare) quindi viene spesso utilizzata dalle produzioni cinematografiche.

Te lo fanno capire subito che qui il cinema lo prendono sul serio, diciamo che appena ti avvicini alla città ti viene comunicato in modo piuttosto martellante.

A qualche chilometro dal centro è possibile visitare gli Atlas Studios. Qui hanno girato film come Asterix e Obelix, Cleopatra e Lawrence d'Arabia e scene de Il Gladiatore.

Ovviamente sul web ci sono davvero moltissime recensioni negative al riguardo. Questo perché gli Studios, secondo i recensori, non sono tenuti molto bene e, udite udite, si vedono le impalcature e si capisce che le location sono finte. Ma va? Ma davvero?

Beh io ho una mia personale teoria. Una teoria che sostiene che il bello del visitare un luogo completamente finto é il poter vedere come la finzione viene utilizzata per mostrare qualcosa che poi, nello schermo, percepiamo come vero. Ergo, che dovrei andare a fare in uno studio cinematografico dove non posso vedere le impalcature o dove tutto è talmente perfetto da sembrare vero? La magia del cinema per me è vedere una finta piramide rovinata dalle intemperie e capire che sotto a quello che sembrano mattoni c’è della cartapesta, vedere statue sostenute da tralicci, passeggiare tra la finzione vera e propria che non si nasconde sotto strati di effetti speciali. Non mi frega nulla di vedere una riproduzione perfetta di qualcosa che potrei vedere dal vivo, preferirei vedere un documentario invece che una riproduzione nell'impossibilità di recarmi in loco.


















È possibile visitare gli studios sia con dei tour guidati sia gironzolando senza una meta. Aprono molto presto al mattino e io mi sono presentata esattamente all’orario indicato (avevo davvero poco tempo a disposizione) ma sono stata fatta accomodare all’albergo degli Studios per una mezz’ora finché non mi è stato comunicato che potevo comprare il biglietto e cominciare la mia visita. Ovviamente ho scelto di gironzolare da sola.




In lontananza ho visto questo set:



Non so se la visita fosse compresa nel tour organizzato e nemmeno come, eventualmente, ci portano i visitatori ma, incuriosita, mi sono incamminata.

Lo sapevo che era lontano ma non avevo capito quanto. Ve lo confermo. Parecchio lontano.

Ora. Questo set merita un'occhiata, è davvero molto bello. Pareva non esserci nessuno, cosa che può essere positiva o negativa se siete in un set cinematografico in mezzo al deserto lontano almeno un km dagli altri set e a forme di vita senziente, dipende dai punti di vista.

C'è stato solo un piccolo problema, una cosa alla quella non avevo nemmeno lontanamente pensato...










Terminata la visita la mia attenzione è stata richiamata da una guardia che se ne stava tranquilla sopra ad una torretta che, vedendomi spaesata, mi aveva indicato la direzione corretta per tornare agli Studios. Stavo per ringraziarlo quando è arrivato il cane. Già. Un cane da guardia. Grande. Non ho fatto caso alla razza perché mentre un cane grande e grosso sta correndo verso di te abbaiando minacciosamente, a tutto pensi fuorché al suo eventuale pedigree. L’ho sentito abbaiare e visto correre verso di me tutto convinto che fossi un’intrusa, ero incerta se spaventarmi o fare qualsiasi altra cosa. Poi ho pensato che c’era la guardia e che il cane, teoricamente, non mi avrebbe sbranata in presenza del padrone. Non ho paura dei cani, per fortuna, quindi quando è arrivato (la guardia gli aveva già urlato delle cose in arabo), sono rimasta immobile e ho aspettato che mi annusasse e comprendesse quanto fossi innocua.

Terminata l’ispezione il cane è tornato da dove era venuto e io pure.

Ovunque andiate ricordate che potreste incontrare dei cani poco amichevoli. Io lo so bene, sono fuggita più di una volta da cani, fortunatamente, di piccola taglia che si stavano sopravvalutando. Dopotutto ero in mezzo al nulla e loro stavano solo facendo il loro dovere di cane da guardia quindi sono semplicemente scappata.

Ma a volte le cose non vanno così...





Un consiglio. Se visitate gli Studios, per tornare in centro città fatevi chiamare un taxi dall’albergo perché sì, c’è un autobus che può fare la stessa cosa ma passa quando vuole e siccome gli Studios sono a circa 5-6 km dal centro i taxi sono davvero difficili da trovare allo stato selvatico quindi rischiate di rimanere ad aspettare per un bel po'... o molto più di un bel po'.


- - -

Share
Link
https://www.lostinstorytelling.com/marocco_ouarzazate_la_magia_del_cinema-d8516
CLOSE
loading