LOSTinSTORYTELLING

Spagna, CEHEGÍN: Crema antirughe per androgini

share » social



Ottobre 2019

Cehegín

Abbarbicato tra le colline a pochi minuti da Caravaca De la Cruz ci sta un luogo del quale mi sono innamorata a prima vista.

Ho avuto un colpo di fulmine, che vi devo dire, una di quelle cose di cui leggi nei romanzi rosa (ok, magari capitano tra esseri umani e non interspecie donna-paesello carino carino ma, suvvia, una donna ha sposato il Muro di Berlino -lo ha fatto davvero e se vi state facendo le domande che temo, non vi so rispondere, me le sono fatte pure io- quindi posso per cortesia provare le farfalle nello stomaco per questo delizioso borgo spagnolo?).

Ho scoperto per puro caso Cehegín, il bus che porta da Murcia a Caravaca De La Cruz ferma in paese prima di proseguire verso la destinazione, regalando la vista di un panorama magnifico e instillando il desiderio di voler tornare indietro.







Ora, questo non era uno dei paeselli che la ragazza dell'Ufficio Informazioni Turistiche aveva cerchiato in modo piuttosto convinto. A dire il vero lo aveva completamente ignorato. Cioè ero stata spinta ad andare a visitare Mazarron (con la o con l'accento acuto) e la strana conformazione rocciosa vista parcheggio e non c'è stato nemmeno un pensiero per questo luogo che vanta un parco cittadino moderno che, secondo la mia umile opinione, da solo vale il tempo per una visita?










Un paio di mesi fa per me era difficile sopportare il sole, oggi va meglio, siamo ad ottobre, fa un caldo porco ma mi sono potuta permettere di starmene un po' seduta qui, ad ammirare il panorama e a riflettere su una decisione importante che ho preso dopo averci rimuginato su per tutta l'estate.



Ho comprato la mia prima crema antirughe contorno occhi.

IN VIA PREVENTIVA!!!!!




È stato difficile, emotivamente parlando, ci ho messo mesi per decidere di fare il grande passo, spaventata dal sole cocente e dall'idea di sembrare più vecchia, di sentirmi dire: "beh effettivamente dimostri la tua età". Non deve accadere, né ora né mai.

Ciò non significa che io mi arrenda facilmente all'idea della skin routine o beauty routine o quello che è prima di andare a letto o la mattina, non l'ho mai fatto e la mia pelle sta più che bene, certo l'ho sempre pulita e trattata con cura ma creme, acidi e tonici e che diavolo ne so io facevano parte di un mondo parallelo al quale mi sarei avvicinata a suo tempo.

Avete presente quella teoria del non abituarsi alle cose altrimenti poi non fanno più effetto? Io ci credo.

Aver cominciato con le creme millenni dopo l'età consigliata forse farà in modo che facciano effetto ad un'età in cui o ti inietti il botox o non c'è molto altro da fare? Lo scopriremo, spero.




Potevano le cose però essere semplici come lo sono per qualunque altra persona al mondo, ovvero, scegliere una crema, andare in negozio e comprarla?

No, certo che no, uno dei motivi per i quali scrivo questo diario è per evitare che situazioni tragicomiche che possono strappare un sorriso a chi legge rimangano solo parte dei miei ricordi per poi svanire per far spazio a memorie più importanti.

Ridere è un bene prezioso, se potete regalare una risata, condividetela, fa bene al cuore.











Posso sinceramente dire che ne capisco di più di fisica quantistica che di prodotti per la pelle e che di fisica quantistica ne capisco ben poco sebbene ogni tanto qualche lettura sull'argomento me la sono fatta, quindi ho chiesto aiuto agli esperti: una amica estetista e un amico appassionato di skin care.

L'amico mi ha fatto comprare degli acidi (già il fatto di dovermi mettere sulla pelle degli acidi mi spaventa) e uno strano detergente di un brand canadese che va per la maggiore (The Ordinary), l'amica estetista mi ha elencato le proprietà della migliore crema antirughe esistente in commercio: la conosciutissima (pare da tutti tranne che da me) crema contorno occhi all'avocado della Kiehl's (pare sia una linea fantastica e, ovviamente, io non ne sapevo nulla).

Ho cominciato con gli acidi che effettivamente hanno avuto un effetto ringiovanente e mi hanno riportata nel pieno del periodo acneico adolescenziale (che io non ho avuto) ma pare che sia normale, la pelle si deve abituare, dicono.

Mi avevano anche detto di non fare mai la pulizia del viso un paio di giorni prima di un evento e non ho ascoltato il consiglio andando ad un vernissage al quale tenevo molto con una faccia impresentabile quindi stavolta non ho batutto ciglio, in breve la pelle dovrebbe reagire nel modo corretto.

E poi sono andata al negozio della Kiehl's a Murcia, perchè, se posso, preferisco non ordinare online ma recarmi fisicamente al punto vendita.

Vi state chiedendo dove voglio arrivare? Lo scoprirete.




















Ho attraversato la soglia di quel magico luogo traboccante creme ed unguenti miracolosi per la seconda volta, la prima stavo cercando una maschera rosa per i capelli. Da Kiehl's. A mia discolpa Google riteneva che avrei avuto fortuna proprio in quel negozio e io gli ho dato retta.

Ho chiesto della crema consigliatami dall'amica e poi ho sfoderato ogni singolo vocabolo spagnolo imparato in questi mesi, tranne gli insulti, per spiegare che mi avevano consigliato quel particolare cosmetico e che volevo prevenire le rughe.

La commessa mi ha guardata e mi ha detto che secondo lei la crema adatta alla sottoscritta non era quella all'avocado in quel barattolino talmente piccolo che lo avevo scambiato per un campioncino, bensì quella nella scatolina nera, quella da uomo.

Io vado a comprare la mia prima crema antirughe contorno occhi e mi fanno comprare quella da uomo.

E io ho comprato quella da uomo e ho fatto bene perchè ho provato il campioncino della crema all'avocado e non mi piace la sensazone che mi lascia addosso.

Mi è rimasto però un dubbio.



Ho incontrato una commessa talmente brava da aver capito che per la mia pelle era più adatta una crema con quel tipo di texture (in effetti mi ha anche detto “non far caso al fatto che c'è scritto che è per uomo") o mi ha scambiato per un uomo in transizione che non aveva il coraggio di spiegare la sua condizione e ha ritenuto di dover avere questo tipo di gentilezza nei miei confronti?

Non è un problema se vengo scambiata per una transgender, ho un viso molto particolare, quello che io e i miei amici definiamo “molto moda” (uno di quei visi che sono belli solo in passerella per capirci, magari nella passerella di Prada), sono abbastanza androgina e trasformista quindi è cosa abituale che a volte appaia diversa da ciò che in reltà sono e mi definisco.

Vorrei però che le persone non si facessero problemi a chiedere e soprattutto che chi, con il proprio look, dovesse dare adito ad un dubbio del genere, non si sentisse offeso perchè non c'è assolutamente nulla di offensivo nel sembrare un transgender.

Mi rendo conto però che, in questo determinato periodo storico, bisogna avere una forza di carattere non indifferente per non soffrire nel non venir collocato in una categoria precisa nella quale ci si riconosce a meno che non si sia deciso, per propria scelta, di non essere non categorizzabile.



Ecco, nel mio caso, mi hanno disegnata così!


RuPaul ti adoro!!!! (Sono una fan di RuPaul's Drag Race)
Link
https://www.lostinstorytelling.com/spagna_cehegi_n_crema_antirughe_per_androgini-d10134

Share link on
CLOSE
loading